Home

Per risolvere il mistero dell'esistenza, gli antichi ricorrevano alle leggende. Dèi, semidei, ninfe ed eroi ci aiutano ancora oggi a spiegare le origini mitologiche dell'umanità e della terra. Nella notte dei tempi, a Creta, patria mitologica per eccellenza, l'isola di Zeus, vivevano i Dattili. Tra questi primeggia Chelmis "fonditore", addetto con "incudine" e "martello" nel forgiare la "grande madre", divinità in cui si condensano terra, fertilità, donna, dove il femminile è via di mezzo fra l'umano e il divino. Chelmis spirito benigno, mago e benefattore, indovino e inventore, iniziatore della civiltà, come per il Chemis, condensa la forza, il senso della vita, la fertilità della madre e della terra.

Procreazione Medicalmente Assistita

Perché Chemis

Strutture

Fecondazione eterologa

Il 09/04/2014 la Consulta ha dichiarato incostituzionale il divieto di praticare tecniche di fecondazione eterologa in Italia. Pertanto sarà possibile abbattere i disagi delle coppie candidate a tali procedure, che fino ad oggi sono state costrette a recarsi all’estero, con i relativi oneri economici ed emotivi. Il Centro Chemis sta lavorando al fine di mettere a punto protocolli che garantiscano la sicurezza dei percorsi e la tutela dei pazienti. Le coppie che necessitano di tale assistenza possono contattarci in qualsiasi momento.

IL MEDICO RISPONDE
Il nostro esperto è pronto a chiarire qualsiasi tuo dubbio. Scrivici e e ti risponderemo al più presto!
  • Nome*Questo campo è obbligatorio
    0
  • Cognome*Questo campo è obbligatorio
    1
  • Email*un indirizzo email valido
    2
  • File*carica qui il file Carica
      3
    • Commenti*Lascia qui il tuo messaggio
      4
    • 5
    Correggi gli errori e riprova

    "Quando si lavora nel rispetto dell'individuo, per aiutare l'incontro delle cellule di un uomo e una donna, che vivono fianco a fianco, condividendo sentimenti e paure, la fecondazione artificiale non esiste, perché è sempre la natura a decidere se può nascere un figlio. L'importante è poter ricordare, ridere, piangere e raccontare a un amico oppure a un bambino di aver fatto tutto per essere genitori, senza rimpianti. Il nostro centro si adopera per diminuire i disagi di coloro che soffrono per una gravidanza che non sopraggiunge, e per abbattere tutte le barriere tra loro e il desiderio di concepire".

     

    Stefania Iaccarino, Ginecologa e Responsabile clinico