Home

L-AH

(Laser Assisted Hatching)

Si pratica al termine di un ciclo di fecondazione in vitro, sugli embrioni prima di trasferirli in utero. Consiste nel praticare un piccolo foro nella zona pellucida, ovvero l’involucro glicoproteico che circonda l’embrione nelle prime fasi di sviluppo. L’obiettivo è quello di facilitare il processo di hatching o “sgusciamento” dell’embrione, che fisiologicamente avviene prima dell’attecchimento in utero. Infatti l’embrione in sesta-settima giornata di sviluppo, prima di impiantarsi nell’endometrio uterino, si libera della zona pellucida spontaneamente. Nei casi di ripetuti fallimenti di fecondazione in vitro, o laddove la zona pellucida appaia ispessita rispetto alla media, è indicato praticare l’hatching assistito con l’ausilio del laser. Il LAH è indicato inoltre nei cicli di fecondazione in vitro con ovociti o embrioni scongelati, in quanto i processi di congelamento e scongelamento hanno l’effetto di indurire la zona pellucida, rendendo più difficile lo “sgusciamento” spontaneo.